Rachida dati zohra insegna

Caso Zohra Dati: Dominique Desseigne si rifiuta di eseguire un test di paternità

Présent9eacute; come il presunto padre; La figlia di Rachida Dati, Dominique Desseigne, è tornata su questa "storia" in un'intervista alla rivista M, pubblicata questo fine settimana nel supplemento del quotidiano Le Monde. Se ha confermato di aver avuto una relazione con l'ex detentore dei sigilli, ha affermato tuttavia il suo rifiuto di sottoporsi a un test di paternità nei prossimi giorni ...

Dominique Desseigne, l'amministratore delegato del gruppo Lucien Barrière, confermato alla rivista M è apparso il fine settimana del 3 al 4 novembre, avendo avuto una relazione con Rachida Dati ma "Giura che non sa" se sia o non sia il padre della piccola Zohra, oggi ha 3 anni e mezzo.

Secondo il settimanale, è convocato per comparire il prossimo martedì davanti alla corte civile di Versailles riconoscimento della paternità da Rachida Dati stessa. Il miliardario è già iniziato; déclar9eacute; chenon farebbe un test di paternità, una procedura che la legge francese non può imporre a lui.

Rifiutandosi di parlare di più di questa "storia9", questo grande capo del CAC 40 concluse dicendo che era stato eletto; "Corretto" e che non ha fatto niente da incolpare.

Fatti negati da una fonte giudiziaria vicina a Rachida Dati per il quale il sindaco del 7 ° arrondissement dovrebbe invocare "atteggiamenti di Dominique Desseigne" durante il processo. Secondo questa stessa fonte, l'uomo d'affari aveva affittato un appartamento al vecchio custode dei sigilli e sarebbe venuto regolarmente a fargli visita per vedere la ragazza.

Un'affermazione totalmente confutata dall'interesse principale; chi non mancò di far notare che è alto; All'epoca, la stampa attribuiva relazioni intrecciate di "la signora" (come gli piace nominare Rachida Dati) con altri partner.

Dominique Desseigne padre di Zohra Dati? Torna sul caso.

È un incredibile mistero che circonda la nascita della piccola Zohra, figlia di Rachida Dati. melty.fr è tornato su un caso degno delle opere di sapone più surrealiste. Chi è il padre di Zohra? La madre ha già la sua idea in materia.

Se gli scrittori della serie Dallas fatica a trovare dopo la serie dopo la morte di JR Ewing, dall'altra parte dell'Atlantico, qualcuno potrebbe dare loro un passo corso magistrale assurdo con colpi di scena inusuali. Tutto è iniziato nel gennaio 2009. Rachida Dati poi crea sorpresa partorendo a una bambina battezzata Zohra, come omaggio a sua madre. Sull'identità del padre, non sappiamo assolutamente nulla. Soprattutto dopo cinque giorni dalla sua consegna, Rachida Dati riprende il corso delle sue attività e ancora, come donna attiva e coraggiosa, assume il ruolo di ministro. Da parte sua, i tabloid non sono stupidi e le voci più pazze stanno girando sulla misteriosa paternità del bambino. Il nome di Henri Proglio, CEO di EDF è un tempo evocato. Rachida Dati categoricamente rifiuta per affrontare l'argomento che riguarda solo lei e la sua famiglia.

Ma tre anni e mezzo dopo la nascita della piccola Zohra, il sindaco dell'8 ° arrondissement di Parigi decide convocare Dominique Desseigne, presidente di Lucien Barrière Casinos in tribunale. Quello che Rachida Dati richiede è il riconoscimento paterno del gigante del casinò. Solo, Dominique Desseigne, 118a fortuna della Francia afferma fermamente che non è coinvolto nella progettazione della bambina. La procedura avviata dall'ex ministro lo scorso novembre si è appena conclusa oggi. La camera civile del Versailles tribunal de grande instance ha stabilito il destino di Dominique Desseigne che dovrà sottomettersi a un test di paternità. Una volta che l'esame è terminato, la corte stabilirà una data per un'audizione futura. Pensi che Dominique Desseigne sia il padre di Zohra Dati?

Dési9shy; gn9eacute; Il padre di Zohra Dati, Dominique Desseigne, spiega perché è attraente

Pubblicato il 24 ottobre 2014 alle 11:31 da La Rédaction

Dési9shy; gn9eacute; per la giustizia come padre di Zohra, la figlia di Rachida Dati, Dominique Desseigne si difende. Per la prima volta, si scusa per questa faccenda.

Il 7 ottobre 2014, il Tribunal de Grande Instance di Versailles ha deciso; : Dominique Desseigne è dési9shy; gn9eacute; come padre di Zohra, la figlia di Rachida Dati, nata nel gennaio 2009. Se non sono state stabilite prove mediche; contribution9e - l'amministratore delegato del Groupe Lucien Barrière che si rifiuta di sottoporsi a un test di paternità; - il tribunale ha ritenuto che le prove fornite dal Procuratore generale francese fossero sufficienti, contrariamente alle prove fornite dalla parte avversa.

L'uomo di 70 anni non crede che sarà qui. "Ho deciso; fare appello a questa prima giustizia che non corrisponde a ciò che ho vissuto ", ha assicurato nelle colonne di gli OB che gli dedica un lungo ritratto. Non dirà di più, "Il semplice atto di evocare questa relazione passata si irrigidisce", prendi nota dell'elenco journa9shy.

La corte di Versailles, tuttavia, lo ha condannato a pagare il mantenimento dei figli, pari a 2.500 euro al mese, a Rachida Dati, retro9shy; ac9shy; tive da dicembre 2013. Una somma ben al di sotto di ciò che a9shy Al settimo di Parigi era stato chiesto il sindaco del settimo arrondissement: 6.000 euro al mese dalla nascita di Zohra.

Dominique Desseigne potrebbe aver perso una battaglia, intende vincere la guerra.

Rachida Dati: la lista dei suoi amanti, l'arma di Dominique Desseigne?

È nata Dominique Desseigne; riconosciuto dalla giustizia come il padre di Zohra, la figlia di Rachida Dati. L'uomo d'affari aveva un'arma esplosiva contro l'ex ministro.

[Ultimo aggiornamento l'8 gennaio 2016 alle 18:47] Rachida Dati ha infine vinto la causa contro Dominique Desseigne. Quest'ultimo fu stabilito; legalmente riconosciuto come il padre di Zohra Dati in appello all'inizio del 2016, sette anni dopo la nascita della bambina e quasi tre anni dopo l'inizio degli atti di Rachida Dati. Il multi-milionario pagherà una pensione di 2500 euro al mese per sostenere la figlia dell'ex ministro della giustizia. Una pensione retroattiva il cui importo deve essere pagato a partire da dicembre 2013.

Dominique Desseigne, proprietaria dei casinò di Barrière e Fouquet, a capo di una fortuna stimata a diverse centinaia di milioni di euro, non ha mai reagito direttamente alle accuse e alle richieste di Rachida Dati. Ma dall'inizio della procedura, i parenti sono stati responsabili di consegnare la sua versione del caso. Con a volte un senso di eleganza molto relativo. Chiesto da VSD, uno di loro ha detto alcuni anni fa che Desseigne aveva "l'impressione sgradevole di essere scambiato per un piccione". L'uomo d'affari, noto ospite di Fouquet's dopo l'elezione di Nicolas Sarkozy, aveva anche assicurato "che non si sarebbe lasciato pizzicare come una pernice dell'anno" secondo le dichiarazioni di confidenze poco dopo la copertura mediatica del caso, fine 2012.

Rachida Dati "intrecciò i collegamenti" secondo Desseigne

Nella rivista "M" du Monde, un ritratto di Dominique Desseigne è stato redatto all'inizio di novembre 2012, poco prima della sua convocazione dinanzi alla camera civile del tribunal de grande instance di Versailles. Ascensione professionale, dura prova di famiglia con la perdita della sua ex moglie Diane, amicizie a destra e in particolare con Nicolas Sarkozy. Molte confidenze sono state rivelate in questo articolo di due pagine, che è ovviamente ben informato. Ma la principale informazione rimase legata al vortice mediatico che circondava la città; la sua relazione con Rachida Dati. Dominique Desseigne è il padre di Zohra Dati, interrogato nella sostanza Le Monde? Se non ha fornito una risposta esplicita, il quotidiano ha fornito in ogni caso due elementi chiave, ancora oggi rilevanti: Pur riconoscendo una relazione con Rachida Dati, Dominique Desseigne ha negato categoricamente di essere il padre di sua figlia e sembrava pronto a fare qualsiasi cosa per ottenere giustizia.

Secondo Dominique Desseigne, la sua relazione con l'ex Custode dei Sigilli sarebbe stata un'avventura. "Ha detto formalmente a Rachida Dati che non voleva avere figli", ha scritto Le Monde, citando "una persona amata". È per questo motivo che la coppia si sarebbe rotta. Soprattutto, Dominique Desseigne ha suggerito che Rachida Dati "intreccia i legami". In altre parole, il ministro avrebbe accumulato gli amanti tra il 2007 e il 2008. Il suo avvocato, Michèle Cahen, è già passato; citato esplicitamente la molteplicità delle relazioni dell'ex ministro. Me Florence Rault, un altro avvocato per l'uomo d'affari, avrebbe detto, in seduta pubblica, che dal 24 al 26 Aprile 2008, data di chiusura alla presunta progettazione Zohra Dati, il ministro della Giustizia era all'estero , a Madrid poi in Qatar. Un modo per dire che era lontana da Dominique Desseigne, ma anche per insinuare che lei potrebbe stare con un altro uomo durante questi viaggi.

Nel suo articolo del 2012, Le Monde elencava infatti, escludendo la citazione, "otto" presunti amori: "un animatore tél9eacute", "un ministro", "un amministratore delegato", "uno dei fratelli di Nicolas Sarkozy", " l'erede di un impero di lusso ", ma anche" un primo ministro spagnolo "e" un procuratore generale del Qatar ". Tra questi, abbiamo riconosciuto Dominique Desseigne, ma anche François Sarkozy, fratello minore dell'ex capo dello stato. Anche lui era stato sistemato; preso di mira dai cosiddetti "in-the-media" dopo la nascita di Zohra Dati nel gennaio 2009. Sono stati istituiti anche il capo di EDF Henri Proglio, l'animatore Arthur e persino l'ex ministro dello sport Bernard Laporte; citato dalla stampa, senza che nulla sia mai stato dimostrato.

L'ex primo ministro spagnolo Jose Maria Aznar aveva dovuto negare la paternità di Zohra Dati, poiché le voci erano insistenti. La scelta degli avvocati di Dominique Desseigne per discutere in pubblico i viaggi ufficiali di Rachida Dati a Madrid e in Qatar non sembra del tutto innocente alla luce di queste voci.

Se ha ottenuto una pensione (anche se meno costosa rispetto ai 6000 euro al mese originariamente richiesti), Rachida Dati non esce completamente indenne da questo confronto. Va detto che il caso è stato risolto; a lungo da arricciare. L'ex ministro di Nicolas Sarkozy, diventato sindaco del 7 ° arrondissement di Parigi, ha iniziato nell'ottobre 2012 la procedura di riconoscimento della paternità per l'amministratore delegato del gruppo Barrière. Il tribunale civile di Versailles si era pronunciato una prima volta il 4 dicembre 2012. I giudici ordinarono quindi una relazione di un esperto generale che causava un errore; motivo per l'ex ministro della giustizia che ha sostenuto un "test di paternità", certo che Dominique Desseigne era il padre di sua figlia Zohra.

È nata Dominique Desseigne; désign9eacute; come padre biologico di Zohé Dati, figlia di Rachida Dati, dall'Alta corte di Versailles quasi due anni dopo, nell'ottobre 2014. La corte ha stabilito che il rifiuto da parte dell'uomo d'affari di fare un test del DNA potrebbe essere interpretato; come una confessione di paternità. Dejagrave ;, gli alimenti erano fissati a 2.500 euro. Sulla base della legge francese in cui nulla vieta a un uomo di rifiutare un test del DNA, anche se la giustizia lo ordina, Dominique Desseigne ha impugnato questa decisione. Un appello che avrà finalmente confermato il verdetto iniziale.

IN VIDEO - Nel 2004, Dominique Desseigne è tornata all'agonia e all'inganno della moglie Diane Barrière, a seguito di un incidente. Questa coppia ha avuto due figli: Joy e Alexandre, di 18 e 21 anni oggi.

Dominique Desseigne è il padre di Zohra

La corte d'appello di Versailles ha deciso: ha confermato che Dominique Desseigne era davvero il padre di Zohra, la figlia dell'ex ministro della giustizia Rachida Dati.

Sette anni dopo la nascita della ragazza, la giustizia si è stabilizzata. La Corte d'appello di Versailles ha confermato la decisione del tribunal de grande instance secondo cui Dominique Desseigne era effettivamente il padre di Zohra, la figlia di Rachida Dati, nata il 2 gennaio 2009, riferisce RTL. L'amministratore delegato del gruppo Lucien Barrière si era rifiutato di presentare, nell'ottobre 2014, un test di paternità richiesto nel 2012. Questa scelta era considerata un'ammissione, una decisione confermata in appello. Il settantenne deve quindi pagare alimenti per un importo di 2.500 euro al mese e dalla nascita del figlio, che il giudizio ha già fornito in prima istanza. D'altra parte, Zohra dovrà mantenere il cognome di sua madre: l'ex ministro della giustizia aveva chiesto che potesse portare il nome di Dominique Desseigne, che la corte ha rifiutato.

"Nell'interesse di Zohra, è una decisione legalmente e umanamente irreprensibile", ha detto l'avvocato di Rachida Dati, Christine Guillot-Bouhours, sostenendo che "il diritto universale a conoscere la propria affiliazione".

Rachida Dati ha chiesto, per sua figlia, la fine del clamore mediatico

Dominique Desseigne ha sempre negato di essere il padre di Zohra, che ha appena festeggiato il suo settimo compleanno. Ha avuto due figli con la defunta moglie Diane Barrière, Alexandre e Joy, che ora sono adulti.

La voce collegava Rachida Dati e Dominique Desseigne non appena l'annuncio della gravidanza dell'ex Custode dei Suggelli. Intervistato da Paris Match nel 2009, l'imprenditore è stato orgoglioso del sindaco del VII distretto di Parigi, che ha trovato "bello, intelligente e vivace". Nella stessa intervista aveva affermato di non sapere chi fosse il padre della ragazza nata nel gennaio 2009. All'epoca il ministro della giustizia non aveva un compagno ufficiale. In una dichiarazione, Dati è rimasto scioccato realizzato la campagna pubblicitaria al momento del deposito della denuncia di paternità: "Oggi, è troppo è troppo, come donna e come madre, esigo figlia mia, per il suo equilibrio, che tutto ciò si ferma! "

Dominique Desseigne ha due mesi per presentare un ricorso sui punti di vista.

Qualsiasi riproduzione proibita

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Пока оценок нет)
Loading...
Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

64 + = 73

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

map